Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Stile Benessere
Prenota direttamente con noi
Notizie, guide e consigli per il tuo benessere.
scopri di più

Prenota direttamente con noi

CONVIENE!

Prenotando attraverso il nostro sito solo con noi:
- cancellazione senza penale fino a 5 giorni prima dell’arrivo
- upgrade di camera su disponibilità
 - omaggio in camera all’arrivo

Inoltre, qui a Borgobrufa SPA Resort sempre inclusi:
 - connessione internet
 - servizio Mediaset Premium in camera
PRENOTA ORA
 
 
 

Social Wall

 
 
 
Follow Borgobrufa Resort:
 
 
 
 
A #26 anni Dalila impara a nuotare! ?? #soddisfazioni#proudofmyself#swimmingpool#borgobrufasparesort#borgobrufa#paradise#nature#peace#pesciolino#conquiste#spa
 
 
 
Lo scialo è qui #paradise#secondotestomale#nature#2016#swimmingpool#outside#instanature#centrobenessere#borgobrufa
 
 
 
Buona notte, #Borgobrufa.
 
 
 
Tutto è pronto per festeggiare!
#capodanno #buonanno #buon2016 #borgobrufa #benessere #relax #divertimento #resort #SPA #umbria #festa #champagne #instagood #goodtimes
 
 
 
#Borgobrufa resort #
 
 
 
Mettetevi comodi
#Borgobrufa #relax #relaxing #benessere #wellness #suite #resort #SPA #silenzio #riposo #Umbria #instamood #igdaily #pickoftheday
 
 
 
Riflesso di un ulivo in piscina #borgobrufa #umbria #piscina #riflessi
 
 
 
Ulisse, racconta Omero nell'Odissea, giunse naufrago, malnutrito e sofferente sulla spiaggia dell'isola dei Feaci (secondo alcuni l'attuale isola greca di Cefalonia). Lì fu raccolto ed aiutato da Nausicaa, figlia di Alcinoo re dell'isola, che lo portò a palazzo. Nella fortezza reale Ulisse fu nutrito, lavato, cosparso di unguenti profumati e gli furono offerti riposo e tranquillità. Per gli antichi Greci l'ospitalità era sacra ed Alcinoo organizzò anche una festa in suo onore, con musiche e danze. Ulisse si commosse per tanta cortesia e cominciò a raccontare la sua storia, che è anche la nostra storia.
Arrivare a Borgobrufa riporta simbolicamente alla mente questo epico capolavoro omerico. A Borgobrufa, l'ospitalità regna sovrana in ogni ambiente ed in ogni gesto del personale. Ci siamo tornati in questi giorni per la seconda volta, dopo avervi già soggiornato in agosto. Era in un certo senso anche una verifica visto che talvolta un albergo o un ristorante colpiscono favorevolmente la prima volta, ma poi mostrano difetti e smagliature ad una seconda prova. Qui è accaduto esattamente il contrario: la prima impressione è stata superata qualitativamente, ed alla grande, da tutto ciò che abbiamo osservato in questi giorni. Intanto un primo segnale positivo è dato dal fatto che abbiamo ritrovato dalla reception, alla spa, dal ristorante al bar, lo stesso staff di quattro mesi fa. È un elemento che mostra come esista un progetto forte della proprietà cui il personale di ogni reparto aderisce con convinzione ed impegno. Ovviamente ciò si riverbera positivamente sui clienti che percepiscona un'identità forte del luogo e una familiarità rassicurante. Passiamo alle varie sezioni del palazzo di Alcinoo... Lo standard delle camere è elevatissimo per pulizia, luminosità e cura del minimo particolare. Ad esempio: frigo bar pulitissimo e ben fornito con cavatappi che spesso manca anche nei 5stelle, televisore con telecomando e tutti i canali funzionanti più ppv, blocchetto con penna su ogni comodino, riscaldamento a regolazione indipendente funzionante h24. Cestini e tavolini in ogni ambiente e appendiabiti in quantità più che necessaria. Sembrano piccole cose ma sono l'induce dello standard di una struttura. Insomma si vede che ogni camera viene visionata prima di essere assegnata al cliente, cosa rara nella catena alberghiera italiana. Al ristorante ritroviamo Mimmo e Francesco maitres impeccabili nella gestione della sala, dove lavorano con cortesia e sollecitudine Emanuele e Jessica. Particolare incredibile che esemplifica l'attenzione di Mimmo e Francesco è data dal fatto che fin dalla prima sera ci riservano quello che, la scorsa estate, era il nostro tavolo preferito. La cura nel consigliare i giusti vini in abbinamento alle cene è indice della loro grande professionalità: grazie a loro abbiamo scoperto un inebriante Passito di Sagrantino che, ahimé, non conoscevamo. La cucina è una delle punte di diamante di Borgobrufa: lo chef Ciro, che già avevamo apprezzato nel precedente soggiorno, ha vissuto in questi mesi una maturazione evudentissima, accrescendo la sua capacità creativa, tirando fuori il meglio dalle materie prime di cui dispone, avvalendosi, crediamo, di collaboratori affiatati. Assolutamente geniali il pesce spada farcito con frutti di mare, le variazioni sulla cipolla di Cannara e la creme brulee di pecorino. Peraltro Ciro si avvale per la preparazione dei dolci della collaborazione della moglie: segnaliamo una piccola pasticceria così gustosa ma anche perfetta stilisticamente, tanta da essere capace di creare dipendenza....Ciro, ne siamo convinti, nel giro di poco tempo entrerà con merito nell'elite degli chef italiani. Passando alla spa, luogo inebriante, qui il naufrago Ulisse trova refrigerio ulteriore. Accolti dai sorrisi non stentorei ma spontanei di Marta, Chiara e Manuela si è guidati in tutta la varietà di trattamenti ideati da un'ispirata Cristina, dalla vena creativa inesaurubile. Abbiamo ritrovato un trattamento che consigliamo a tutti: il "Massaggio sotto la pioggia", un'esperienza quasi mistica, eseguito, nel nostri caso, da Emilia che da sirena in questi mesi si è trasformata in ninfa, trascinandoci fuori dalla dimensione spazio tempo. Con Giada, abbiamo provato il trattamento "Cerimonia d'Oriente", che prevede, tra l'altro, un massaggio effettuato con pietre calde. Giada, "in nomen omen", lavora con delicatezza le pietre esaltandone le proprietà terapeutiche e rilassanti. D'altro canto, nella cristalloterapia, la Giada è la pietra della tranquillità e del rilassamento...Mariangela invece ci ha fatto apprezzare il trattamento Hanakasumi che si è svolto con un sottofondo di musica classica: abbiamo riconosciuto Bach, Beethoven e Schumann. La delicatezza di Mariangela, unita alla sua capacità quasi Reiki di trattare le zine muscolari contratte, ci ha regalato la piacevole sensazione che le sue mani si trasformassero nelle stesse note musicali che ascoltavamo. Insieme a Francesca e Annalisa queste ragazze ci hanno mostrato come sia possibile accompagnare una tecnica con un'emozione il tutto coniugato dalla competenza di chi sa consigliarti il prodotto migliore per la tua pelle. Prodotti, preparati in loco, dalla Dottoressa Ferri con prodotti naturali, che sono suggeriti in punta di piedi, mai imposti come spesso avviene altrove. Personalmente mi occupo di cura della mente, ma queste ragazze quotidianamente dimostrano come ci si possa "prendere cura" dell'altro con grazia, semplicità ed amore per il proprio lavoro. Ed alla fine di questa sosta, Ulisse è potuto tornare riposato e fortificato nella sua Itaca. A presto Borgobrufa e grazie!